VILLA TIBALDI

Dimora esclusiva nel cuore di Milano
Dimore di lusso: Villa Tibaldi nel cuore di Milano
Un ambiente unico dedito agli affari

Milano è una città basata sugli affari e gli affari spesso si fanno in ambienti pensati per rendere più semplice la costruzione di un rapporto.

Mentre penso a come, dopo questo periodo di pandemia, sia necessario ricostruire gli incontri faccia a faccia, sostituiti troppo spesso da video chiamate, entro in questa villa del periodo Liberty che si affaccia su viale Tibaldi, vicino alla Nuova Accademia delle Belle Arti e dalla Bocconi, e a pochi minuti dalla stazione della Circle Line di Tibaldi che sarà operativa a fine anno.

Posizione indubbiamente interessante, vicino al Naviglio Pavese, reminiscenza di quando Milano assomigliava a Venezia e aveva canali navigabili che attraversavano la città.

Questa villa attualmente è utilizzata come sede di uffici, ma sin dal primo impatto si capisce che non può essere qualcosa di normale, non so, come uno studio paghe o un amministratore di condomini, questo luogo è, e può diventare, qualcosa di unico.

Unico perché prima si parlava di ricostruire i rapporti tra le persone e credo che questa villa sia un luogo perfetto per farlo. L’impatto è di quelli che lasciano senza fiato, specialmente se uno è amante dell’arte e dell’architettura.

Attualmente al primo piano c’è la reception e alcune stanze un salone di rappresentanza con un imponente camino, qualcosa che va oltre la sala riunioni, specialmente per le decorazioni con stucchi e gli affreschi che ornano il soffitto.

Al secondo piano si può arrivare attraverso l’ascensore interno, la villa si sviluppa su quattro livelli, o con una scala di marmo molto bella con inserti moderni che si adattano perfettamente all’ambiente. Attraverso questa scala si accede anche a una veranda, la porta d’accesso a un giardino di circa 300 metri quadri, una assoluta oasi di pace con vista sulla chiesa Santa Maria del Caravaggio.

Scendendo nel seminterrato c’è una sorpresa, una piscina interna con accesso sul giardino, si trova qualche metro sotto e c’è una scala che permette di salire al livello del prato.

Piscina che dona un fascino particolare a questa struttura, affiancata da sauna e bagno turco, con la possibilità di creare anche una piccola palestra. Uno spazio che travalica la dimensione del lavoro e porta in un contesto relazionale vicino alla confidenza, all’amicizia. Una versione moderna dei bagni greci e romani, dove ci si incontrava per fare politica e concludere affari. Ecco la vera anima di questa villa è quella degli affari, uno spazio esclusivo dove presentare il bello e la creatività italiana.

Mi immagino uno show-room dove il cliente si trova circondato dalle creazione dello stilista o del designer per perfettamente incastonate nei vari ambienti, dove, con un pizzico di anticonformismo, trova spazio l’area relax della piscina, sauna e bagno turco. Il giardino diventerebbe uno spazio a sé, ma integrato con gli obiettivi di business, fruibile in mille modi, da luogo per ricevimenti estivi a spazio espositivo.

Il garage sotterraneo da otto posti auto completa la dote di questa villa, cancellando il problema del parcheggio. Mentre mi accingo a uscire per raggiungere la fermata del tram per andare in centro, riguardo le vetrate decorate della sala di rappresentanza e penso che lavorare qui non sarebbe male, la piscina come benefit per pause pranzo alternative la chiederei al colloquio.

 

© 2022 | Testo: Maurizio Ferrari - Foto: Antonio Mercadante