VILLA LOREDAN

Dimore esclusive: eleganza senza tempo
Dimore di lusso: villa loredani
Benessere abitativo, eleganza, funzionalità

Un amico mi ha prestato una bicicletta a pedalata assistita. Quale migliore occasione per provarla se non andare a San Siro a visitare una villa di recente costruzione? Grazie al supporto del motore elettrico arrivo senza stancarmi alla casa dove ho appuntamento con i proprietari per il sopralluogo. San Siro è sempre affascinante come quartiere, esclusivo in certe aree, popolare quando si parla di Stadio (la “S” maiuscola è d’obbligo quando ci si riferisce al Giuseppe Meazza); senza dubbio è una parte di Milano molto interessante. Scendo dalla bicicletta e attraverso l’ampio giardino, scorgo già la presenza di una piscina, per entrare in questa villa. Forse è riduttivo chiamarla villa.

Tre piani fuori terra e due sotto, mi spiega il proprietario: villa è assolutamente riduttivo. Sin dall’ingresso è chiaro che questa abitazione è molto ricercata e sicuramente foriera di sorprese, a partire dall’ascensore che collega i cinque piani (per chi ha fretta o per i momenti di pigrizia). Mi sento un po’ come un bambino con un giocattolo nuovo, non so da che parte girarmi e incominciare.

L’ampio salone è spettacolare, sedute in abbondanza, marmo ai pavimenti, le grandi vetrate lo rendono luminoso in modo naturale, la vista è sul grande giardino da villa californiana. Siamo a Milano, ma la piscina di 18 metri con il solarium, le vetrate attorno alla casa, e il giardino a garanzia della privacy fanno tanto villa californiana. Lo spirito d’oltreoceano è evidente anche nella seconda cucina, quella esterna costruita attorno al Bbq: il luogo di ritrovo per antonomasia per le famiglie statunitensi quando vogliono fare una festa con parenti e amici. Piscina, grigliata, birra a fiumi e Milano rimane fuori dalla recinzione. Girovagando senza una precisa meta sono entrato nella cucina principale: una goduria per gli occhi. Attrezzata, ampia, perfetta per dilettarsi tra i fornelli (rigorosamente a induzione).

Il proprietario mi parla poi della cantina per i vini, realizzata apposta per soddisfare le esigenze di ogni appassionato della bevanda di Bacco. Mi immagino invitare qualche amico cuoco e con la scusa della piscina farlo cucinare, io ci metterei il vino e se il gomito si dovesse alzare ho un appartamento per gli ospiti a sua disposizione, oltre a sei camere da letto ognuna con un bagno personale. Tra queste ci sono anche le due camere “padronali”, una caratterizzata da una doppia cabina armadio e una da uno studio. La parte ludica di questa villa è incredibile, alla già citata piscina esterna, c’è anche una vasca interna da 15 metri per nuotare in ogni stagione. Mens sana in corpore sano è noto sin dall’antichità; ecco perché c’è anche una palestra attrezzata e una Spa interna con sauna, vasca idromassaggio e spogliatoio.

E dopo l’attività fisica e il giusto pasto ristoratore, la sala cinema è l’ideale per godersi un film o un evento sportivo in tranquillità. Per lo smart working c’è uno spazio adibito a ufficio che si sposa perfettamente con la biblioteca nella sala biliardo, luogo dove ci si può accomodare sulle poltrone e leggere in assoluto relax, magari con un disco degli Ezra Collettive come sottofondo. Riprendo la bicicletta che avevo parcheggiato nell’ampio box, ci possono stare sino a cinque auto, e mentre mi avvio all’uscita con il proprietario parlo di sostenibilità e mi fa notare come questa dimora esclusiva sia all’avanguardia nella domotica e che sia stata costruita con le ultime novità nel settore: impianto fotovoltaico, pompe di calore, solare, termico. Tutto controllato in automatico da un apposito software. Completa la dotazione tecnologica un impianto di sicurezza di ultima generazione.

Pedalando con calma mi godo il verde di San Siro, prima di rientrare nel traffico della città. Andrò da amici per cena, prima però passerò in enoteca.

 

© 2022 | Testo: Maurizio Ferrari - Progetto di Davide Dendi per Riabita Home